Buone vacanze!

1cau1me5yca2uvneecaoy9fw4cae3espcca0xxadeca3bzzoaca3fx9dvcag03ogscab7upn6caa90ooscagbrp78ca1bujbrcaml5tuzcat0xz40cayimkj3caozb7d6ca3f190sca3jhavncay1kjtz.jpgIsfa riapre a settembre! ASSE scpa

La Strategia

A cura di Maria Uva

images_strategia.jpgLa globalizzazione dei mercati e la sempre più intensa concorrenza spingono l’impresa ad analizzare la propria gestione non più sù periodi brevi di tempo o rispetto a particolari aree di gestione , ma secondo una prospettiva di lungo termine e con riferimento all’intera attività aziendale. L’elemento che forse più di ogni altro denota il grado di avanzamento della gestione aziendale è rappresentato dall’orientamento strategico delle decisioni imprenditoriali. La strategia è un sistema di scelte relative alle risorse da impiegare e alle azioni da intraprendere a livello produttivo, commerciale amministrativo, finanziario e organizzativo affinché l’azienda possa raggiungere i propri obiettivi. Continua a leggere

Come costituire una SPA in base al nuovo diritto societario

images_diritto-societario.jpgA cura di Michele Castellitto

A seguito della riforma del diritto societario del 2003 si possono individuare tre livelli di disciplina della S.p.A. a seconda del cosiddetto “modello socio-economico” sottostante. Il principio che anima questa tripartizione della regolamentazione (prima curata solo dall’interprete) è la considerazione delle profonde differenze che intercorrono tra una piccola impresa con pochi soci che decidono di utilizzare il modello organizzativo Spa e invece una Spa di grandi dimensioni con azionariato diffuso e frammentato e che faccia anche ricorso al mercato dei capitali di rischio. Si tratta proprio di una presa di coscienza di differenze reali.

Continua a leggere

Le Società Commerciali

  

a cura delle prof.sse A.M. Palatucci e A.Ciarcia 

imprese.jpgCon il contratto di società due o più persone conferiscono beni o servizi per l’esercizio in comune di un’attività economica allo scopo di dividerne gli utili (o le eventuali perdite). Il contratto di società permette la nascita dell’impresa collettiva, che è la forma giuridica più idonea nel caso in cui per la costituzione dell’impresa occorra un maggior volume di investimenti, e quindi necessita di un più elevato fabbisogno finanziario, difficilmente reperibile presso una sola persona, o quando si vuole aumentare la sua dimensione, per cui cresce la complessità della gestione che diventa più rischiosa e spesso risulta impossibile accentrare tutta la direzione nelle mani di un solo proprietario. Il nostro ordinamento legislativo prevede tre gruppi di società commerciali: società di persone, società di capitali e società cooperative.

Continua a leggere